Mare & Sale 2020

L'ASD Margherita di Savoia Runners in seguito all'emergenza epidemiologica Coronavirus, comunica che la Mare&Sale Half Marathon in programma domenica 15 Marzo a Margherita di Savoia è stata annullata. Tutti coloro che risultano già iscritti verranno rimborsati inviando il proprio nome, cognome e IBAN alla mail fg284@fidal.it Ci scusiamo e ringraziamo chi ha scelto il nostro evento e ci supporta. Appuntamento alla Mare&Sale Half Marathon 2021.

Ultimo Album

7° Cross di Trani

Soc. gemellate

ATLETICA MOLISE AMATORI
Campobasso - sito web

BRAMEA VULTUR RUNNER
Rionero in Vulture (PZ) - sito web

A.S.D. RUNNERS PESCARA
Pescara - sito web

I nostri Partners

Documento senza titolo
image1 image1 image1 image4 image5 image6

1^Maratonina Federiciana "Città di Andria"

Andria,26 Ottobre 2008.

Grande successo ha riscosso la prima edizione della "Maratonina Federiciana" con ben 550 atleti presenti. La gara di 21.097 km , organizzata dalla società A.M.A. (Associazione Maratoneti Andriesi) si è svolta su un percorso cittadino: dalla Villa Comunale ha lambito alcuni dei punti più significativi della città, come Piazza Vittorio Emanuele, il Palazzo Ducale, la Cattedrale, il Palazzo di Città, la chiesa di S.M. dei Miracoli, il "Gurgo" e il Santuario del SS. Salvatore.

Il vincitore assoluto della manifestazione con il tempo di 1.05.01 è stato l'atleta olimpionico Ottaviano Andriani che corre con il "Gruppo Sportivo Fiamme Oro" di Padova. Al primo posto nella categoria "Master" (atleti oltre i 35 anni) si è classificato Luigi Serio, della società "Atletica Canalini", con il tempo di 1.10.46. Tra le donne, invece, la migliore è stata Nano Mirela con il tempo di 1.23.40 dell' "Atletica Disfida di Barletta".

Per i colori della nostra squadra da registrare l'ottimo secondo posto di Fania Bufalo nella categoria MF40 ed il quarto posto di Concetta Valerio nella categoria MF35.

Gli altri atleti presenti del nostro team erano: Salvatore Piazzolla, Francesco di Lecce, Cosimo Fabio Dipace, Nazareno Putignano, Ruggiero Mavelli, Gioacchino Di Trani i quali hanno tutti migliorato i propri tempi rispetto a gare precedenti sulla stessa distanza!

Share

Maratonina "Città di Barletta"

Barletta(BA),5 Ottobre 2008.

Erano 1015 gli iscriiti della Maratonina "Citta' di Barletta",con 931 giunti al traguardo e 106 societa' provenienti da tutta la penisola. La manifestazione, ottimamente organizzata dala società "Disfida di Barletta" con il coordinamento del presidente Peppino Tupputi, prevedeva un percorso pianeggiante ma diverso rispetto alle passate edizioni, caratterizzate dalla partenza e dall'arrivo nel centro cittadino. Si è quindi dato rilievo allo splendido Lungomare con arrivo sulla litoranea di Levante.

Per gli assoluti vittoria di Domenico Ricatti (C.S. Aereonautica Militare) con 1h 11min 00sec,per le donne primo posto di Francesca Labianca (Nuova Atl. Femm. Acquaviva) con il tempo di 1h 26min 07sec.

Tra i nostri atleti erano presenti: Fania Bufalo(quarta di categoria MF40), Concetta Valerio,Salvatore Piazzolla, Cosimo Fabio Dipace, Giovanni Berloco, Ruggiero Mavelli, Alessandro Tatullo, Nazareno Putignano, Davide Piazzolla, Gioacchino Di Trani.

Share

Il Cammino di Santiago de Compostela di Ruggiero Mascolo

Il Cammino di Santiago de Compostela(Spagna), 5 Settembre-2 Ottobre 2008.

Alcuni dati del Camino de Santiago.

Ho fatto il percorso francese, da Saint Jean Pied de Port a Santiago de Compostela: 800 km.in 28 giorni, ad una media di 28 km. al giorno, con un minimo di 20 e un massimo di 40 km. al giorno.

Zaino in spalla di 13 kg.

Ho camminato da solo, ma questa è la regola del cammino, in quanto ciascuno deve portare il suo ritmo. Unico compagno sno i bastoni, che servono per scaricare il peso dello zaino.

Ho dormito negli albergues dos pelerinos, una specie di rifugi ove ti mettono a disposizione la branda, ma tu devi pensare al resto. A volte sono gratuiti, altre volte si paga dai 3 ai 9 euro.

Partivo alle 5,30-6,00 del mattino, alla luce della torcia. Faceva chiaro verso le 8,00. Mi fermavo verso le 9,00-10,00 per mangiare; e poi di nuovo in cammino sino alla fine tappa, verso le 16,00, con piccole soste per osservare il paesaggio o breve riposo ( togliersi gli scarponi per riposare i piedi!...).

Arrivati al rifugio, c'era da lavarsi la roba, curarsi le vesciche ai piedi con ago e tintura di iodio, procurarsi da mangiare ( spesso non ci sono ristoranti vicino al rifugio).

Ho conosciuto persone di vari paesi: brasiliani, canadesi, francesi, danesi....Gli spagnoli fanno il cammino a tappe annuali di 100-200 km. dedicando una settimana delle loro vacanze.

I paesaggi sono bellissimi, da quelli montani sui Pirenei a quelli boscosi della Galizia, passando per la terribile meseta, quattro - cinque tappe di arsura completa, senza un albero e nulla per decine di km: solo sole e paglia bruciata! Parli da solo e ti dici che quel giorno abbandoni......ma poi riprendi!

Ho visto parecchi che facevano il percorso in bici, ma era stressante in quanto parecchi tratti non sono pedalabili e ti devi caricare la bici in spalla oppure fare la strada statale che è molto trafficata.

Il cammino non è fatto quasi da nessuno per motivi religiosi, anche se questa è la sua origine. Oggi lo si fa per motivi turistici o sportivi o di spiritualità. Nelle lunghe marce ti trovi solo con te stesso e sei indotto a fare tante considerazioni...

Non vi sono molti paralleli con la corsa di fondo. La differenza è data dal peso dello zaino, dagli scarponi e dalla continuità per un mese. Non si arriva mai senza fiato come nella corsa, ma si accumula una stanchezza che nell'andare dei giorni diventa molto impegnativa.

Tanti singoli aspetti sono problematici ( la fatica non è solo il camminare, ma la gestione del tutto ), ma il giudizio finale è: E' BELLO! Lo rifarei, anche se sto pagando lo scotto con una gamba gonfia che dopo 20 giorni ancora non si rimette!

Ruggiero Mascolo

Share
2020  MDS Runners   © - C. F. 90026990714 - P. IVA 03632780718 | Powered by MIDO